giovedì 6 dicembre 2012

Una cosa hanno scritto, ma sbagliata


Take Five è di Paul Desmond

domenica 21 ottobre 2012

Il lamento delle cicale

"se andiamo avanti così, dove andremo a frinire?"

martedì 25 settembre 2012

Tre bloggers e un divano

E' talmente tanto tempo che non aggiorno il blog, che quasi non mi ricordo più come si fa. Ma andiamo al dunque. Durante un recente evento mondano in Piemonte, è finalmente avvenuto un incontro che da tempo auspicavo. La foto lo testimonia. Assieme al sottoscritto ed all'amico SuperG, ecco Gianlu, astro nascente del web e titolare di un blog che, come il suo nome (ciaogianlu.blogspot.it) lascia trasparire, è assolutamente eclettico. Il ragazzo (che forse non è il più giovane blogger italiano, ma sicuramente è il più giovane in Europa) ha inaugurato la sua creazione nel dicembre scorso e, compatibilmente con gli studi, trova il tempo per aggiornarlo con una certa regolarità.


Eccoci ritratti nell'atto di premere INVIO; un simbolico passaggio di consegne fra generazioni?

martedì 3 luglio 2012

dialoghi dietrologici


notevole l'eclettismo e l'eterogeneità di questa casa editrice, no?


ah, un autore cinese


un medico specialista


Dickens


Hernandez
e un certo Polo che non ne ho una fottuta idea di chi sia

se fosse Marco, allora sì, ma...
ah, il fratello romano di Marco Polo
Julio Cesar Polo...


aspetta che provo a trovarlo...


...


NON C'E' SU GOOGLE!


naaa...


incredibile
non mi è mai successo di non trovare assolutamente nessuna informazione su qualcosa



deve essere qualcuno veramente,
veramente
importante, però in maniera occulta


è che non trovo niente neanche sui suoi libri


forse sono stati proibiti dall'Inquisizione
e, come avviene in 1984,
hanno cancellato tutto il passato dell'autore
e tutte le notizie sui suoi libri


tu credi che nei suoi libri aveva messo in cattiva luce il fratello Marco e per questa ragione...


mmmh
può essere...

sabato 23 giugno 2012

mercoledì 23 maggio 2012

Secondo gli strumenti a mia disposizione...

risulterebbe che questo blog ha avuto un incremento di accessi notevole a partire dal giorno che ho pubblicato quel memorabile post nel quale mi chiedevo se una cospicua quantità di cacca presente nell'attività onirica poteva considerarsi fatto foriero di buone nuove o avvenimenti positivi; più che altro la domanda verteva sull'ipotesi che un sogno caratterizzato da tale presenza si potesse considerare alla medesima stregua del tipico calpestamento, generalmente involontario, di fecalomi prodotti, il più delle volte, da molossi o segugi di media taglia.
In realtà trattavasi di domanda retorica, non credendo io effettivamente nella possibilità di poter prevedere, attraverso l'interpretazione dei più svariati segnali, l'andamento delle nostre fortune.
Comunque, se tanti accessi ci sono stati su quel particolare post, qualcosa vorrà dire.

Invece devo ancora finire, anzi iniziare il post su Lola Falana, show-girl molto presente sui nostri schermi negli anni settanta.
Le vicende della ballerina, cantante e attrice che negli anni novanta era stata protagonista di una svolta di tipo spirituale, dedicandosi agli orfani delle zone sub-sahariane, in seguito (anche, immagino) a seri problemi di tipo neurologico, mi sembrava parecchio stimolante.
Pigrizia, forse, la mia. O scrupoli, chissà. Ma non so se riprenderò l'argomento. 



martedì 22 maggio 2012

sabato 12 maggio 2012

martedì 1 maggio 2012

time to olvid

quanti orologi ci sono in casa, appesi ai muri, sveglie, display di lettori di dvd, nell'auto, il cellulare che tengo sempre impostato con l'ora bene in grande, visto che lo uso - appunto - come orologio.
non ci si fa caso, finchè non si decide di non sapere che ora è; allora sì, ti rendi conto di tutti gli angoli, e le angolazioni che la tua vista deve evitare per non incontrare la consapevolezza dell'ora e, ancora peggio, dei minuti, per ingannare anche gli orologi biologici, se possibile.
adesso vado in campagna, da domani pomeriggio magari ricomincio a sapere che ore sono.
sarò senza internet, e dato che sarò anche senza auto, non credo che potrò andare nella piazzetta della banca a servirmi della wireless sprotetta che, come successo altre volte, un tizio ormai familiare ma sconosciuto mi ha inconsapevolmente messo a disposizione.

domenica 29 aprile 2012

Ecco, appunto


mercoledì 25 aprile 2012

Informazioni



MA LO SO, CAZZO, CE L'HO MESSO IO.

sabato 14 aprile 2012

1970

senza parole

domenica 25 marzo 2012

Sognare cacca

porta fortuna?


O bisogna anche pestarla?

domenica 12 febbraio 2012

lunedì 2 gennaio 2012

Black

Trovato anche la foto:







































Era il protagonista di questo post.