sabato 5 marzo 2011

martedì 1 marzo 2011

nada//nulla images

Nell'ambito della riorganizzazione dei contenuti (passati e futuri) di nada//nulla productions, apre oggi al pubblico il nuovo spazio espositivo nada//nulla images.

domenica 27 febbraio 2011

nada//nulla sounds & videos

PVC
Inauguriamo il nuovo spazio nada//nulla sounds & videos con questo nuovo prodotto audiovisivo, su musica di El Gloria.
Ecco i primi effetti dello sproloquio del post precedente...

Calma, non c'è NULLA di cui spaventarsi...


Approfittando del periodo di apparente invisibilità (insomma, poche visite) di questo blog, e un po' anche del blog cugino dell'altro emisfero, ho proposto al co-autore El Gloria una ristrutturazione dei post passati e futuri della produzione nada//nulla; l'idea l'avevo da tempo: secondo una mia analisi non proprio superficiale, il visitatore tipico di blogs in genere se non vuole proprio qualcosa di preciso, comunque ha almeno una vaga idea di quello che sta cercando, e capitando su Nulla, è facile che venga colpito da una sorta di spaesamento, dovuta:
a) ad una strana sensazione di eterogeneità dei contenuti espressi, che associata
b) ad una tendenziale cripticità dei medesimi
ingenera un'immediato sconforto e, sfruttando magari la colonnina dei link sulla destra, conseguente fuga su altri siti (senza lasciare, nella fretta, non dico un commento ma nemmeno un insulto negli appositi spazi).

Immagino un paio di osservazioni che potrebbero essermi fatte:
1) parlare di "apparente invisibilità" è un po' come decidere di cenare con le trenette al pesto, senza aver controllato se c'è il pesto in frigo;
2) se i "contenuti" sono quelli, non è che spostandoli o cambiando il contenitore la situazione possa migliorare più di tanto;
ciò che posso rispondere è che: 1) ho controllato, il pesto in frigo ce l'ho e 2) non è vero, c'è l'esempio del sacco di letame che è molto calzante: sigillato nella sua confezione così come te l'hanno venduto il letame non serve a niente, ma versato sullo zerbino dei tuoi vicini più antipatici, non mancherà di produrre il suo effetto.

E per quanto riguarda la cripticità, quella no, è una caratteristica alla quale non possiamo rinunciare, essendo fondante, per cosiddire; è ormai un pò il collante che tiene insieme tutto quanto.

Comunque.
Ho cominciato a lavorare su questa cosa della ristrutturazione, il che vuol dire che siamo in piena fase di transizione da un modus operandi all'altro; ciò potrebbe causare (ulteriori) disagi ai visitatori abituali, che in certi casi dovranno fare un clic in più; un pò meno disagi per i visitatori disabituali o casuali, la cui tendenza alla fuga immediata in questa fase sperimentale non dovrebbe subire variazioni.

Comunque è inutile fare anticipazioni o previsioni: i cambiamenti si vedranno in corso d'opera, chi visiterà vedrà, e, come sempre, commenti e suggerimenti saranno benvenuti.
Se poi questi miglioramenti dovessero rivelarsi catastrofici, tornerà tutto come prima.